https://degenere-journal.it/index.php/degenere/issue/feed de genere - Rivista di studi letterari, postcoloniali e di genere 2024-02-16T10:01:33+00:00 de genere degenere.journal@gmail.com Open Journal Systems <p><span style="font-size: medium;">La rivista scientifica online ad accesso libero <em>de genere</em> intende proporsi come un luogo in cui la ricerca interdisciplinare sugli studi di genere e sugli studi post-coloniali possa trovare spazio e confrontarsi attraverso un ampio dibattito critico. Attraverso numeri monotematici a cadenza annuale, si vogliono tracciare i percorsi della ricerca scientifica intorno ai "generi", intesi nella piena ambiguità semantica del "genere/gender" e delle forme stilistiche e mediatiche della letteratura e delle arti, per mapparne e indagarne le trasformazioni dovute all'ingresso di soggetti "imprevisti" dalla modernità occidentale.</span></p><p><span style="font-size: medium;"><em>de genere</em>, è, <span>rivista di classe A per i settori 10/L1 (Anglistica e Angloamericanistica) e 10/F4 (Critica letteraria e letterature comparate), e</span>, rivista scientifica per l'<span>Area 10 - Scienze dell'antichita', filologico-letterarie e storico-artistiche</span>.<br /></span></p> https://degenere-journal.it/index.php/degenere/article/view/191 "By the people, for the people and about the people": quando eravamo volgarmaxistə 2024-01-19T09:26:02+00:00 Marina Vitale marina.vitale38@gmail.com <p>Questo articolo ricostruisce i punti di svolta del percorso critico che ho condiviso con Lidia Curti dal 1968, prima come studentessa e poi come collega e amica. Ho scelto di focalizzarmi sul nostro interesse, fin dall’inizio, per le voci letterarie extracanoniche, richiamando gli strumenti critici che abbiamo sviluppato e tenendo conto dei paradigmi teorici elaborati nei campi degli Studi Culturali, la critica femminista e gli studi postcoloniali, con particolare attenzione per le nozioni di “parlare per e su” e/o “parlare accanto”.</p> 2023-12-20T00:00:00+00:00 Copyright (c) 2024 Marina Vitale https://degenere-journal.it/index.php/degenere/article/view/194 Fare Giardino: il compost e la rivoluzione, sulle tracce di Lidia Curti 2024-01-19T09:59:03+00:00 Nicoletta Vallorani nicoletta.vallorani@unimi.it <p>Nel ricapitolare l’eredità di Lidia Curti, la mia riflessione segue un percorso che vuole essere al tempo stesso personale e istituzionale e che intreccia femminismo e decolonialità, cercando di coniugare il posizionamento politico femminista con la consapevolezza di un ruolo preciso da studiosa e da docente. Da tutti questi punti di vista, la figura di Lidia Curti è concepita come uno snodo di relazioni importanti, risolutamente orientate verso un orizzonte transnazionale e postumano. Attraverso riferimenti critici che vanno da Raymond William a bell hooks, attraverso le riflessioni teoriche di Rachele Borghi e Liana Borghi, costeggiando la rivoluzione degli affetti di Vassallo e la teoria delle crepe di Bayo Akomolafe, costruisco il mio personale ripiglino harawayano per dar forma al ruolo e alla rilevanza del profilo di Curti nella mia formazione umana e professionale.</p> 2023-12-20T00:00:00+00:00 Copyright (c) 2024 Nicoletta Vallorani https://degenere-journal.it/index.php/degenere/article/view/192 L'"orrenda progenie" di Lidia Curti: madri mostruose e corpi trasgressivi 2024-01-19T09:40:54+00:00 Serena Guarracino serena.guarracino@univaq.it <p>Gli echi di <em>Frankenstein</em> sono percepibili in diverse questioni fondamentali legate agli studi femministi e queer di oggi. Il lavoro di Lidia Curti è stato a suo modo profetico del modo in cui gli archetipi di Mary Shelley sono presenti negli attuali dibattiti sul genere, la creatività e il corpo; inoltre, funziona come un potente antidoto alle problematiche portate della politica delle identità applicata alla letteratura e alle arti. Partendo dalle sue riflessioni su <em>Frankenstein</em>, questo contributo intende mostrare la rilevanza contemporanea del suo pensiero mettendolo in dialogo con due riscritture dell’opera di Shelley: <em>Poor Things</em> (1992) di Alasdair Gray e <em>Frankissstein</em> (2019) di Jeannette Winterson. Entrambe sono istanze dell’“orrenda progenie” di Frankenstein, che cannibalizzano perpetuando il suo costante intreccio con il presente; atti di omaggio e di dissacrazione, risuonano dell’approccio di Curti all’opera canonica di Shelley e del suo metodo dissidente ma rigoroso di lettura dei classici.</p> 2023-12-20T00:00:00+00:00 Copyright (c) 2024 Serena Guarracino https://degenere-journal.it/index.php/degenere/article/view/193 Poetica diasporica e sacre reliquie: "Borderlands" di Gloria Anzaldúa 2024-01-19T10:16:00+00:00 Marina De Chiara mdechiara@unior.it <p>Nel 2022 il celebre testo <em>Borderlands/La Frontera. The New Mestiza</em> della scrittrice chicana Gloria Anzaldúa, testo teorico-poetico che dall’anno della sua pubblicazione (1987) ha dato eccezionale impulso alla riflessione sul concetto di confine e alle interrogazioni poste dal pensiero decoloniale, è stato ritradotto in italiano dalla studiosa Paola Zaccaria. Anzaldúa ha sfidato l’idea di una presunta purezza delle diverse culture, insistendo invece sul concetto di identità ibrida, metamorfica, sempre in trasformazione e alla ricerca di una forma di <em>re-existence</em>. Nel componimento <em>Holy Relics</em> dedicato alla figura di Santa Teresa d’Ávila, il sogno di una nuova coscienza sembra emergere da quella che definirei una <em>poetica diasporica delle reliquie</em>, alla luce delle intuizioni di “epistemologi del confine” quali Paola Zaccaria e José David Saldívar.</p> 2023-12-20T00:00:00+00:00 Copyright (c) 2024 Marina De Chiara https://degenere-journal.it/index.php/degenere/article/view/185 Towards Non-binary Science Fiction: Naomi Alderman’s The Power athwart Difference Feminism 2024-01-19T08:50:36+00:00 Andrea Raso andrearaso26@gmail.com <p>xxx</p> 2023-12-20T00:00:00+00:00 Copyright (c) 2024 Andrea Raso https://degenere-journal.it/index.php/degenere/article/view/196 Editorial 2024-02-12T10:19:19+00:00 Serena Guarracino serena.guarracino@univaq.it Marta Cariello marta.cariello@unicampania.it 2023-12-30T00:00:00+00:00 Copyright (c) 2024 Serena Guarracino, Marta Cariello https://degenere-journal.it/index.php/degenere/article/view/195 In classe, fuori dalle classi 2024-02-12T10:16:13+00:00 Serena Guarracino serena.guarracino@univaq.it Marta Cariello marta.cariello@unicampania.it 2023-12-20T00:00:00+00:00 Copyright (c) 2024 Serena Guarracino; Marta Cariello https://degenere-journal.it/index.php/degenere/article/view/186 Un primo libro e un’ultima tempesta. Su Peter Brook e Shakespeare. Alla ricerca di un’avanguardia nel teatro inglese di Lidia Curti 2024-01-19T09:55:09+00:00 Doriana Legge doriana.legge@univaq.it 2023-12-20T00:00:00+00:00 Copyright (c) 2024 Doriana Legge